Specializzata in Terapia Centrata sul Cliente ed Approccio Centrato sulla Persona individuale e di gruppo.

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

 


 

"In una visione moderna della clinica delle dipendenze

la relazione diventa nel contempo obiettivo e strumento terapeutico

e porta con sé delle trasformazioni necessarie

sia negli approcci clinici che nell’organizzazione dei Servizi.
Nella nuova visione della clinica dipendenze il valore delle storie

e della relazione assumono un rilievo assoluto

ed inevitabilmente unico, originale ed individualizzato"

Felice Nava - Direttore Comitato Scientifico Nazionale FeDerSerD - in "Mission", Marzo 2017

"Signore ,

concedimi  la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,

il coraggio di cambiare  quelle che posso,

la saggezza di conoscerne la differenza"

Preghiera di Alcolisti Anonimi

 

Parlare di tossicodipendenza non è mai semplice, né scontato. Ho appreso, dalla mia esperienza, che non è sufficiente basarsi su una semplice diagnosi per analizzarne il fenomeno: ogni soggetto narra, rappresenta, raffigura simblicamente la propria "roba". Ogni consumo è a sé stante, ha un proprio significato, a seconda dell'individuo che ne fa uso e della sua storia personale. Se, quindi, la sostanza è unica, non si può affermare lo stesso per la Persona che la utilizza. Per avvicinarsi a questo mondo non basta una facciata di professionalità, ma occorre "sporcarsi le mani": essere curiosi, ascoltatori attivi delle storie. E' necessario avvicinarsi senza pregiudizi e stereotipi. Ed essere empatici, ma anche fermi ed autorevoli nei propri valori, nel dire "no!", quando necessario, restare senza voce, se necessario, nel ribadire che la droga ed ogni comportamento patologico fanno male, non solo al fisico, ma all'anima.

Ma si badi bene: la dipendenza, come concetto, di per sé non è negativo: il neonato non sopravviverebbe senza l'amore e le cure della madre, non riuscirebbe ad acquisire una sana autonomia, senza aver sperimentato una sana dipendenza, amore puro.

La dipendenza diviene patologica, allorché l'uso di sostanza o la messa in atto di un comportamento (come ad esempio un uso sregolato di Internet o del Gioco d'Azzardo) producono nel soggetto dipendenza fisica (astinenza e tolleranza), e dipendenza psicologica,che si manifesta in  una ricerca compulsiva (craving) di ciò che la Persona brama: una ricerca infinita, dove il tempo e le relazioni non esistono più. E' così che si instaura l'Addiction o Dipendenza, ovvero uno stato cronico di intossicazione, nel momento in cui l'individuo sente di aver perso il controllo dell'uso e di "aver toccato il fondo". 

Accettare il fatto di essere dipendenti, di soffrire di questa malattia, di non riuscire a farcela da soli, ma solo con l'aiuto di validi professionisti, è il primo vero passo responsabile di presa di coscienza, indispensabile per scegliere un cambiamento verso stili di vita più sani.

Servizi offerti

Trattamento psicologico Gioco d'Azzardo

Gruppi psicoeducativi per familiari (caregivers) di alcoldipendenti

Trattamento psicologico dell'alcol

Parent Training per la prevenzione delle dipendenze patologiche

La presa in carico della persona con dipendenza

Intervento Convegno Nazionale ACP "Passione energia della vita, della conoscenza e del cambiamento", Napoli, 20/21 maggio 2016

Intervento Alcolisti Anonimi Convegno Genova ACP 18 - 19 giugno 2012